Camposano, la Fiorente torna in campo: domani il debutto per il volley femminile

CAMPOSANO (di Saverio Quatrano)- Dopo otto anni di assenza, la pallavolo ritorna a Camposano e lo fa con La Fiorente, storica squadra che per più di venticinque anni ha fatto entusiasmare tutti i camposanesi amanti di questo sport. La Fiorente parteciperà al campionato regionale di serie D femminile e domani pomeriggio alle ore 18 ci sarà il debutto in campionato presso la palestra della scuola media “Giovanni Pascoli” di Cicciano contro la Victoria Marano. La nota dolente sta proprio nel fatto che La Fiorente sarà costretta a disputare le gare interne non a Camposano, visto che al momento non ci sono strutture idonee per disputare un campionato regionale di serie D. A poche ora dal debutto in campionato, abbiamo intervistato il direttore generale della Fiorente Antonio Scherillo, che carica in maniera decisa le sue ragazze:  Siamo un grande gruppo, in primis sotto il profilo umano. Vogliamo essere la sorpresa del campionato”.

Finalmente Camposano avrà nuovamente una squadra di pallavolo. Come nasce l’idea di riportare in vita la Fiorente?

“Questa è una nuova avventura che ho deciso di intraprendere insieme al mister Sabatino Nappi con la nostra vecchia società La Fiorente gestita da oltre 25 anni dalla famiglia Rosella ed in particolare dal presidente Giovanni. Si è prospettata l’opportunità di riprendere a Camposano un’attività che mancava dal 2008 e che nel corso degli anni ha sempre suscitato un notevole interesse. Purtroppo siamo costretti a giocare in atri paesi: attualmente ci ospita Cicciano nella palestra della scuola media Pascoli. Ad oggi non possiamo nemmeno allenarci a Camposano, ma soprattutto non ci sono strutture idonee che possano permettere di disputare un campionato regionale. Questo è un problema non di stretta attualità, anzi è una problematica che Camposano si porta dietro da troppi anni. Ovviamente la nostra speranza è che il nostro futuro possa essere nel nostro paese. Per ora l’importante è esserci, poi cosa succederà lo scopriremo solo vivendo”.

Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati in questa stagione?

“Il fatto di essere partiti tardi,  il 12 agosto, data in cui abbiamo avuto il titolo sportivo per disputare il campionato di serie D, non ci ha di certo agevolati. In primis per reperire giocatrici disponibili ed anche dal punto di vista organizzativo, visto che abbiamo iniziato ad allenarci a metà settembre. Noi non ci poniamo obiettivi: siamo una squadra nuova, con un mix di giocatrici giovani ed esperte. Abbiamo puntato soprattutto su ragazze di un grande profilo umano e professionale: non esistono prime donne ed in palestra si da il 100%. Speriamo sicuramente di essere la sorpresa del campionato”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com