Nola, blitz di Biancardi in Comune: si è dimesso? Il retroscena

NOLA- Il giallo delle dimissioni. Sono ore febbrili per l’amministrazione comunale di Nola. Ore chiarificatrici, in un senso o nell’altro, per le sorti della maggioranza e del sindaco Geremia Biancardi. Il primo cittadino è pronto alle dimissioni, il documento sarebbe già scritto e firmato e mancherebbe solo (forse) la consegna al Protocollo per sancirne la definitività. La maggioranza è in pieno caos e la città in attesa. In queste ultime ore di giovedì si giocano i destini di una avventura politica iniziata nel 2009.

IL RETROSCENA- Sono le 18 meno 10 minuti quando Biancardi viene ‘avvistato’ in Comune da solo. Cosa ci fa il sindaco quasi in orario di chiusura presso il Municipio? Secondo alcuni avrebbe già protocollato il documento di dimissioni, ma è giallo perché poco dopo il sindaco si ritrova con i suoi assessori e consiglieri ed il deputato di Forza Italia Paolo Russo per discutere proprio della sua intenzione di abbandonare la fascia tricolore. Un incontro messo in agenda da giorni, da quando la crisi del centrodestra nolano è esplosa in tutta la sua evidenza e la pazienza di Biancardi, alle prese con la sfida tra Trinchese e De Lucia per il ruolo di vicesindaco, si è assottigliata fino a scomparire. Esasperato, stanco dei capricci dei suoi politici, provato dagli scandali che hanno coinvolto la città nelle ultime settimane e disilluso sulle sorti della sua maggioranza troppo frazionata, Biancardi nell’ultima settimana ha confessato più volte a chi gli era più vicino l’intenzione di mollare. “Non ci sono più le condizioni” avrebbe affermato, riferendosi alle questioni interne che hanno messo in fibrillazione il suo mandato.

LA DECISIONE- Batterie esaurite per il sindaco eletto nel 2009 e confermato nel 2015 alla guida di una armata che ha consegnato Nola al centrodestra. Esausto, Biancardi è alla vigilia di un addio le cui motivazioni, lo ha ribadito più volte, non celerà mai dietro la formula di stile dei “motivi personali”. Motivi solo ed unicamente politici quelli che spingono l’avvocato prestato alla politica a dimettersi e lasciare Nola nel caos

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online