“La luna allo zoo” , il secondo libro del nolano Roberto Addeo

NOLA (Nello Lauro)- “E’ dall’errore che si deve ripartire”. Un consiglio, uno spunto motivazionale, ma anche il messaggio che lo scrittore Roberto Addeo lancia attraverso il suo libro. Il romanzo “La luna allo zoo” è l’ultimo lavoro di Addeo, 36enne di Nola che oggi vive a Porto Torres e che da sempre coltiva, accanto alla passione per la musica e l’arte, anche quella per la scrittura. Nomade per lavoro ed amore, Roberto ha vissuto a Napoli, poi a Brescia e Bologna trovando infine il suo ‘buen retiro’ in Sardegna. A Bologna, dedicandosi corpo ed anima alla sua creatura per tre mesi, ha dato forma al volume edito da “Il seme bianco” che costituisce il secondo tassello della sua produzione letteraria (nel 2015 ha pubblicato “Perdute sinfonie” per le edizioni Anordest). Un romanzo che nasce dall’esperienza di Addeo a Bologna. Qui, ha raccontato lo stesso autore, ha vissuto per più di dieci anni in un quartiere difficile, e da qui parte l’avventura del protagonista, alle prese con un’esistenza resa squallida dalla monotonia quotidiana e che non farà altro che trascinarsi da uno squallore all’altro per tutta la durata del romanzo, incapace di dominare la sua giovane esistenza, errante e senza futuro. Ne “La luna allo zoo”, ha spiegato Roberto Addeo “ho cercato di dar voce a quegli intimi anfratti quotidiani che i più tendono a nascondere, spesso per vergogna, provando a restituire loro una dignità artistica e sociale”. Un romanzo esistenziale ambientato nei primi anni della crisi, dallo stile originale, post-romantico, grottesco, tragicomico, in alcuni punti “sperimentale”. Un libro da leggere, che racchiude lo stile e la filosofia del giovane scrittore, eclettico artista che presto darà alle stampe, edita da Edizioni Ensemble di Roma, una raccolta di poesie.

 


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com