Cicciano, la Lega Noi con Salvini si presenta: sentinelle dell’amministrazione

CICCIANO – La Lega di Noi con Salvini commenta le elezioni dello scorso 10 giugno. Lo fa con il suo delegato cittadino Umberto De Luca: “La tornata elettorale è terminata è iniziata una fase nuova e spero che finisca la stagione delle curve da stadio, la contrapposizione, l’asprezza e il disprezzo debbono finire per il bene del paese”. “Ora è arrivato il momento in cui bisogna mettere in campo tutte le azioni, politiche ed amministrative, per aggredire lo stato comatoso nel quale versa questa città, bisogna passare dalle parole ai fatti ed è un dovere dimostrare il tanto decantato “amore per la città” con atti concreti verso i ciccianesi – afferma De Luca. “Nell’augurare un buon lavoro al nuovo sindaco auspichiamo che, nel più rigoroso rispetto della sacralità delle istituzioni, il consiglio comunale ritorni ad essere, veramente, l’organo istituzionale che dà voce e rappresentanza  all’intera città di Cicciano: sarebbe un bel segnale per la città” continua il delegato leghista. Che però aggiunge “Non cadremo nel facile gioco del “è colpa dell’amministrazione”, consci delle enormi difficoltà che affrontano i Comuni italiani ma saremo attenti e diremo la nostra sulle prossime grandi sfide che attendono la città: tutela ambientale, tutela delle fasce deboli e chiederemo, sin da ora, al neo sindaco di lavorare sul regolamento urbanistico che preveda lo stop al consumo di suolo, e soprattutto di attivarsi per la massima trasparenza nella gestione della macchina amministrativa a partire dal Bilancio comunale, ritenendo che tali problematiche siano prioritarie per il bene comune, osserveremo su questo e tanto altro l’azione dell’amministrazione”. “Noi contiamo di farlo in maniera differente, rispetto al passato. Svolgeremo tale compito in modo propositivo e costruttivo, saremo pronti a confrontarci e saremo disposti a collaborare per lavorare sui temi di interesse del nostro territorio e della nostra gente. Faremo attenzione a dividere gli aspetti del proprio operato amministrativo: uno è rappresentato dal paese, l’altro dall’amministrazione che governa”. “Non commetteremo l’errore di infangare la città, essere contro per il solo scopo di colpire l’amministrazione. Nell’imminente passato, questo processo, è avvenuto in moto perpetuo, sistematico e spinto da controvalori come rancore e cattiverie. Una sola bussola a dettare la direzione: l’odio verso qualcuno”. “Questo deve essere il primo passo verso una inversione di tendenza che, negli ultimi anni ha reso meno praticabile e più insidioso il rapporto fra le forze politiche, provocando una forte disgregazione sociale e quel distacco fra cittadini ed istituzioni, fra cittadini e politica le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Saremo vigili sull’operato della maggioranza consiliare – prosegue De Luca – attenti alla tutela esclusiva del bene comune. Pretenderemo che diventino atti amministrativi, tutti i propositi ascoltati in questi giorni. Saremo intransigenti quando occorrerà tanto quanto saremo costruttivi e propositivi per concorrere a migliorare  questo paese”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online