Avella, offensiva dei ladri d’appartamento: mobilitazione sul web

AVELLA- Offensiva dei topi di appartamento ad Avella. L’ultimo colpo è stato compiuto in via Madonna del Carmine, nel cuore della cittadina. I ladri hanno messo a segno il loro obiettivo in una abitazione temporaneamente vuota perché la famiglia che vi abita non era in casa. In pieno giorno, intorno alle undici del mattino, e di domenica, i malviventi non hanno avuto alcun timore ad introdursi nell’appartamento ed a svaligiarlo. Secondo una prima ricostruzione, si sarebbero introdotti attraverso una entrata secondaria e una volta dentro avrebbero arraffato soldi e preziosi, un danno da diverse migliaia di euro, lasciando poi il caos alle loro spalle. Una casa messa sottosopra con il proposito di cercare e trovare le cose di valore. Il raid è stato effettuato da una banda composta da almeno quattro persone poi allontanatesi scavalcando il cancello principale ed infine fuggendo a bordo di un’automobile guidata dal loro ‘palo’. Un copione studiato, ma i malintenzionati potrebbero avere lasciato delle tracce del loro passaggio tra impronte digitali ed immagini di telecamere private. Spetterà ai carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione dei proprietari una volta rientrati a casa, risalire agli autori di questo furto che non è il primo ad Avella. La cittadina archeologica ha vissuto settimane difficili, soprattutto tra giugno e luglio, proprio a causa dell’offensiva dei ladri che hanno “operato” soprattutto in quelle zone del paese circondate da campagna e quindi con vie di fuga ottimali. Non c’è zona del paese che non sia stata visitata dai banditi nel corso dell’estate: una situazione che ha portato i carabinieri ad intensificare la loro presenza sul territorio. Sul web intanto i cittadini si mobilitano attraverso i gruppi Facebook e c’è chi lancia un appello a collaborare attivamente con le forze dell’ordine. Stilato anche un decalogo anti ladri per difendersi dai raid: lasciare sempre luci e tv o radio accese, adottare un cane da guardia, comprare dispositivi di sicurezza. Piccoli rimedi forse scontati ma che, se messi in atto, possono costituire una prima efficace barriera contro le incursioni dei malviventi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online