Per non dimenticare l’olocausto, a Cimitile arriva Tullio Foà

CIMITILE (Nello Lauro – Il Mattino.it) – Per non dimenticare. Tullio Foà, uno degli ultimi testimoni diretti delle leggi razziali e della persecuzione ebraica, sarà lunedì 18 febbraio alle ore 17:30 presso palazzo Forte a Cimitile. L’evento è organizzato dalla sezione comunale di Cimitile del Centro Italiano Femminile. Dopo la toccante intervista rilasciata per il docufilm «Figli del destino» andato in onda su Rai Uno lo scorso 23 gennaio, Tullio Foà sarà nella città delle basiliche per raccontare di come riuscì a scampare alla persecuzione con la madre grazie all’aiuto di un commissario di polizia. “Mai come in questo momento, abbiamo bisogno di persone che tengano sveglie le nostre coscienze e ci ricordino di restare umani, perché i crimini si possono perdonare o meno, ma di certo non possono essere dimenticati e il nostro compito è ricordare e far uso della memoria per creare un futuro migliore” dice Donatella Provvisiero, presidente del Cif di Cimitile. Insieme a Tullio Foà e alla padrona di casa, interverranno: Nunzio Provvisiero, sindaco di Cimitile; Concetta Falco, docente di lettere; Giovanni Russo, dirigente scolastico. Inoltre, parteciperanno gli alunni della classe VDA del Masullo Theti. I ragazzi eseguiranno un brano dal titolo “Il vento dell’indifferenza” scritto da Giusy Esposito, cantato da Matteo De Masi, musicato da Paolino Angelillo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com