Serie D, Guarro illude il Nola: è pari a Marsala

NOLA Primo punto dei bianconeri nel 2020, nonostante due calci di rigore (il primo generoso), assegnati dall’arbitro Frosi. Anatrella indovina l’angolo nel primo tempo e tiene in piedi l’equilibrio. Spezzato al 61’ da una punizione a giro di Guarro che spolvera l’incrocio da posizione impossibile. Ma il secondo rigore contro della partita (contatto Acampora – Padulano) vanifica tutto al 72’: stavolta il 10 del Marsala non sbaglia e lascia qualche rimpianto in casa bianconera.

AZIONI SALIENTI Nei primi 20’ è il Nola a farsi preferire con Faella, che prima tenta una conclusione da lontano, poi penetra in area di rigore ma viene steso da un’ancata: tutto regolare secondo il direttore di gara. Che al 22’ invece accorda un rigore per il Marsala per una presunta strattonata di Sannia su Padulano; è lo stesso attaccante a incaricarsi della battuta, all’angolo destro di Anatrella, che intuisce e blocca in due tempi. Al 26′, su corner, Mileto si affranca dalla marcatura ma di testa non trova la porta. Al 36′ Maiorano arriva ai 25 metri indisturbato, conclusione di destro deviata in angolo da Raimondi. Al 39′ Faella si libera sul centro-sinistra e prova il tiro a giro sul palo lontano: destro di poco alto (recrimina Maggio, tutto solo in area). Al 42′ espulsione rimediata da mister Esposito per proteste. Al 43′ perfetto stop di Maggio su cross di Guarro, girata al volo di sinistro e miracolo di Russo che blocca sulla linea (il guardalinee sventola poi un fuorigioco molto dubbio). Nella ripresa, al 47′ La Vardene raccoglie una sponda fuori area e svirgola con il destro: palla abbondantemente sul fondo. Al 61′ punizione dalla destra, sul lato corto, Guarro con il mancino calcia a giro indirizzandola all’incrocio, la palla spolvera la traversa e s’insacca; per il capitano bianconero è il terzo centro stagionale (la punizione nasce da un fallo su Giliberti di Lo Cascio, probabilmente dentro l’area e non fuori come segnalato dal guardalinee).
Al 72′ Padulano trasforma un calcio di rigore provocato da una strattonata di Acampora su Padulano e pareggia i conti: 1 a 1. All’ 80′ Maggio va via in campo aperto e da posizione defilata incrocia il mancino: largo. All’81′ Lo Cascio affonda sulla sinistra, se la aggiunta sul destro ma calcia debolmente: Anatrella si accartoccia. E’ l’ultima occasione della gara.

POSTPARTITA Il capitano Nino Guarro al termine della gara: “C’è rammarico per non aver portato a casa l’intera posta, ma queste partite, se non puoi vincerle, per lo meno devi pareggiarle. Volevamo riscattare la sconfitta con il Marina e la prestazone è stata positiva e ora testa alla Cittanovese”. Poi sulla punizione all’incrocio scherza: “Ho deciso di tirare forte verso la porta e mi è andata bene. Mi puoi anche chiamare Dybala (ride)”.

TABELLINO

MARSALA – NOLA 1-1

MARSALA (4-3-3): Russo; Lo Cascio, Montuori, Scoppetta, Rizzo; La Vardera, Lorefice; Padulano, Candiano, Maiorano; Celesia. A disp.: Giordano, Monteleone, Pucci, Lo Iacono, Inzoudine, Giambanco, Ferchichi, Federico, Mascari. All. Terranova.

NOLA (3-4-3): Anatrella; Mileto, Raimondi, Sannia A.; Marrella, Cardone (76’ Reale), Langella (88’ Calise), Guarro; Serrano (56’ Giliberti), Faella (51’ Acampora), Maggio. A disp.: Capasso, Andrulli, Mileto, Calise, Acampora, Serrano, Di Caterino, Giliberti. All. Gianluca Esposito.

ARBITRO: Frosi di Treviglio (assistenti: Serra-Aceti).

RETI: 61’ Guarro, 72’ Padulano (rig.)

NOTE: 500 tifosi circa. Ammoniti: Lo Cascio (MA), Maggio (NO). Espulso mister Esposito al 42’ del primo tempo. Recupero: 0-4’    

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com