Coronavirus, in 50 ad una festa condominiale a Pozzuoli: scattano le indagini

Balli e musica nonostante i divieti: una vera e propria festa condominiale è stata organizzata nel rione popolare ‘Marocchini’ di Pozzuoli. Hanno partecipato una cinquantina di persone, come si evince da alcuni video postati sui social, ed ora sono scattate le indagini di forze dell’ordine e polizia municipale per risalire agli organizzatori e ai partecipanti. Dura la condanna del sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, sulla sua pagina Facebook. Parla di un “un fatto scandaloso. Balordi, irresponsabili e senza alcun senso civico pensavano di essere lontano dagli occhi e quindi di poter fare tutto”. “Non ho più parole. Le regole dobbiamo rispettarle tutti! Non possiamo rischiare di vanificare i sacrifici di tutti. Polizia e carabinieri stanno individuando tutti i partecipanti. Scatteranno denunce e sanzioni”, ha scritto il primo cittadino.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online