Piogge e temporali in arrivo, allerta meteo per 24 ore sulla Campania

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato una nuova allerta meteo valevole a partire dalla mezzanotte sull’intero territorio. Si prevedono precipitazioni anche a carattere di rovescio e temporale che potrebbero assumere forte intensità. Venti forti dai quadranti occidentali con locali raffiche e mare agitato. L’allerta avrà una durata di 24 ore.  Massima attenzione dovrà essere posta sulle zone 3, 6, 8 (Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento) dove il livello di criticità idrogeologica è Arancione. Qui si segnala anche il rischio di Instabilità di versante, localmente anche profonda con possibili frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango. ​Sul resto della regione il livello di allerta è Giallo associato ad un rischio idrogeologico localizzato. La Protezione civile della Regione Campania segue l’evolversi dei fenomeni e raccomanda alle autorità competenti di attivare tutte le misure atte a prevenire, contrastare o mitigare i fenomeni attesi sia in ordine al rischio idrogeologico che in ordine alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso. Si segnala ancora la necessità di prestare attenzione massima alle aree fragili del territorio e alle aree già colpite dal maltempo degli ultimi giorni nonché di attivare i Centri operativi comunali laddove previsto anche in considerazione dell’attuale consistente rischio residuo.

Queste le specifiche:

Allerta in vigore dalle 00.00 alle 23.50 di martedì 9 febbraio SU TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE

  • ​Sulle zone 3,6,8 (Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento):

Allerta ARANCIONE

Temporali anche di forte intensità e precipitazioni diffuse

Venti forti con raffiche dai quadranti occidentali

Mare agitato

Rischio idrogeologico Diffuso

Principari scenari di impatto al suolo:

– Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango;
– Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;
– Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tratti tombati, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti);
– Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
– Occasionali fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per la saturazione dei suoli.​
  • ​​Sulle zone 1,2,4,5,7 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 4: Alta Irpinia e Sannio; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 7: Tanagro)
Allerta GIALLA
Precipitazioni sparse e temporali localmente anche intensi
Venti forti con raffiche dai quadranti occidentali
Mare agitato
Rischio idrogeologico Localizzato
Principali scenari di impatto al suolo:
Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tratti tombati, restringimenti, ecc);
– Possibili cadute massi in più punti del territorio;
– Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per effetto della saturazione dei suoli.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online