mercoledì, Luglio 24, 2024
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Circumvesuviana, chiusura Napoli-Baiano: “Necessaria per la sicurezza di tutti”

“A partire da lunedì primo luglio la linea Napoli-Baiano della Circumvesuviana verrà interrotta per consentire urgenti lavori di manutenzione straordinaria che daranno maggiore sicurezza e regolarità alla linea stessa, che sarà riaperta a partire dal giorno 11 settembre e porterà a San Giorgio a Cremano”. Ad annunciarlo è l’Ente Autonomo Volturno, che in una nota spiega come “si tratta di una scelta obbligata al presentarsi di esigenze di manutenzione straordinarie, simili a quelle previste spesso anche da Rfi (come ad esempio, nel nostro territorio, con la chiusura della tratta Napoli- Castellammare programmata per il periodo di luglio e agosto)”.Per l’intera durata delle interruzioni saranno previsti servizi sostitutivi-integrativi automobilistici. “I lavori di manutenzione – proseguono da Eav, rispondendo anche alle polemiche di questi giorni – a volte si possono fare di notte, altre volte per la corposità degli interventi è necessario la interruzione dell’esercizio per un periodo più lungo di una notte. Questo per assicurare la sicurezza degli utenti e dei lavoratori che eseguono i lavori”.

DOMANI LA PROTESTA A BAIANO –  i pendolari della Circumvesuviana incassano la solidarietà delle organizzazioni sindacali Orsa e Usb, che attraverso comunicati ufficiali puntano l’indice contro le scelte di Eav, che dal primo luglio sospenderà il servizio su ferro per lavori alla linea Napoli-Baiano, prevedendo un servizio sostitutivo attraverso bus. “La chiusura totale della linea e la gestione aziendale delle linee vesuviane – scrivono in una nota congiunta Enzo Ciniglio, portavoce del comitato pendolari ‘No al taglio dei treni della Circumvesuviana’, e Salvatore Alaia, presidente del comitato civico E(a)vitiamo di Sperone – la cui attenzione è focalizzata esclusivamente sulla linea di Sorrento, come da tempo denunciano i pendolari, provoca una differenziazione territoriale che penalizza le aree interne”. Domani alle 11, in occasione dell’ultimo giorno di servizio prima della chiusura della linea Napoli-Baiano per tre mesi, nella piazza di Baiano è previsto un incontro con i cittadini del territorio. “Per ribadire – spiegano ancora Ciniglio e Alaia – il no a scelte discriminatorie che limitano la mobilità di un’area dove risiedono oltre 300mila cittadini, con insediamenti produttivi e testimonianze storico-archeologiche”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com