sabato, Maggio 18, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Festa dei Gigli, ora i cantieri sono “sicuri”. Giro di vite di Procura e Comune- FOTO

Beccaio protetto

NOLA- Dopo l’articolo de Il Giornale Locale sui gigli e la sicurezza nei cantieri (Gigli e sicurezza, il binomio è ancora tabù) arriva la risposta di Procura e Comune di Nola. Con l’appello del sindaco Biancardi ai maestri di festa, ai costruttori ed alle maestranze, a rispettare le norme di sicurezza. Nel nostro articolo corredato di foto, sottolineavamo l’assenza di protezione per alcuni degli operai impegnati nella costruzione delle bellissime macchine da festa che anche quest’anno renderanno suggestiva la kermesse. Immagini che svelavano come parlare di sicurezza sia ancora tabù per la manifestazione più amata dai nolani. A 24 ore da quel pezzo, l’ente di piazza Duomo diffonde l’appello del primo cittadino e del procuratore Paolo Mancuso.

“La sicurezza sui luoghi di lavoro è un obbligo che va rispettato in tutte le sue forme- spiega Biancardi-  Faccio appello al senso di responsabilità di tutti i protagonisti della kermesse in onore di San Paolino, dai maestri di festa ai costruttori sino ad arrivare ai cittadini per vivere insieme una festa sana e sicura”.

 

Sul tema arriva anche la nota del procuratore della Repubblica di Nola Paolo Mancuso inviata alle forze dell’ordine oltre che al primo cittadino: “È indispensabile che, in occasione dell’edificazione delle macchine dei gigli sia indispensabile un intervento di controllo per l’incolumità pubblica, posto che è già risultato indispensabile intervenire per il sequestro di una di esse a causa dell’assoluta mancanza di ogni precauzione per la tutela della salute degli artigiani che la innalzano e della popolazione, anche minorile, che spesso dà prova di ‘coraggio’ e di avventatezza nell’utilizzarla come ‘arrampicata’ fino ai livelli più alti (oltre 20 metri  dal suolo)”.

 

Cantieri a norma dunque e soprattutto “protetti” con un controllo costante degli accessi alle macchine da parte di estranei. “La nostra festa va tutelata e salvaguardata – ha continuato Biancardi –. Creiamo le giuste condizioni che garantiscano la necessaria protezione indispensabile per lo svolgimento regolare della festa come l’utilizzo di caschi, guanti e scarpe idonee. Collaboriamo in modo sinergico e costruttivo così come sta già accadendo, non sono ammessi errori di superficialità. Continuiamo lungo il percorso di legalità e sicurezza a tutela dei lavoratori e dei cittadini ”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com