Il “dottor” De Laurentiis a Cavani: “Dica…63”

El matador, cavani

El matador, cavani

di Saverio Quatrano

NAPOLI- Sessantatré milioni di euro e puoi andare dove vuoi. Sembra essere questo il leitmotiv di Aurelio De Laurentiis nei confronti dell’agente di Edinson Cavani, Triulzi, che preme per avere un incontro col patron azzurro. Un incontro per chiedere un leggero sconto sulla clausola rescissoria, in modo da poter raggiungere Mourinho in quel di Londra. Quella tra il procuratore di Cavani e il presidente De Laurentiis è una vera e propria partita a Poker, con Aurelio che sembra aver deciso per la tattica dell’intransigenza, pur di non perdere il top player. Se nessuna squadra verserà i soldi della clausola entro il 10 agosto, il Napoli tornerà ad avere pieno potere decisionale sulla cessione o meno del suo numero 7. Indubbiamente è rischioso tener in piedi questa situazione fino al 10 agosto, anche perché lo sceicco di turno potrebbe versare l’intera somma e il Napoli si ritroverebbe a far fronte alla sostituzione di Cavani a pochi giorni dalla fine del mercato. Il rischio di sbagliare tattica è alto, ma se l’agente del matador preme per aver un incontro con De Laurentiis, vuol dire che al momento nessuna squadra è disposta a sborsare 63 milioni di euro. A questo punto la domanda sorge spontanea : meglio i 52 milioni che in questo momento offre il Chelsea e lasciar partire Cavani, o fare di tutto per trattenere il matador negando qualsiasi incontro con i suoi agenti? Ad oggi De Laurentiis sembra aver optato per la seconda opzione, anche perché è rimasto molto infastidito da alcune dichiarazioni di Cavani e dei suoi familiari . Altro aspetto da non sottovalutare sta nel fatto che il Napoli non ha bisogno dei soldi della cessione del matador per far mercato, disponendo di un tesoretto da 40/45 milioni di euro. Dopo tutta questa vicenda il pericolo è di ritrovare un Cavani scontento, ma con un buon adeguamento dell’ingaggio siamo sicuri che anche un leggero mal di pancia estivo possa essere dimenticato. E’ pur vero che i soldi non fanno la felicità, ma in alcuni casi aiutano a vivere meglio… pardon a giocare meglio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com