Mondiali 2014: Nigeria-Bosnia 1-0, decide Odemwingie. Bosnia già a casa

Nigeria-Bosnia Erzegovina è la gara che vale il secondo posto del girone F (il primo è ormai quasi sicuramente dell’Argentina). Gli africani devono riscattare la prestazione scialba e povera messe in mostra contro l’Iran, la Bosnia di Pjanic e Dzeko vuole confermare la buona gara giocata contro l’Albiceleste, magari cercando di concretizzare maggiormente le sue buone qualità nel possesso di palla. Al di là delle frasi di rito, Nigeria-Bosnia è indubbiamente una gara decisiva: chi perde è fuori.

Prima opportunità per la Nigeria: punizione che Odemwingie batte molto bene, palla di poco a lato. Subito risposta Bosnia però: non precisa la botta da fuori di Besic. Terza occasione della gara in appena 11′: stavolta è Obi Mikel ad avere una chance, che però non trova la porta con la sua conclusione dal limite. La Nigeria mette in mostra la sua più grande qualità, ovvero la velocità, e la Bosnia sembra soffrire abbastanza quando attaccata. Gli europei però hanno più qualità e la concretizzano tutta nell’azione che porta alla rete Dzeko: il numero 11 approfitta dell’assist fantastico di Misimovic, ma il guardalinee rende vana la prodezza con una segnalazione di fuorigioco, peraltro errata. E’ ancora 0-0 ma la gara si scalda: prima Hajrovic impegna Enyeama, poi lo stesso portiere nigeriano dice di no a Dzeko. Dopo un po’ di sofferenza però al 29′ la Nigeria torna a segnare un gol ai Mondiali: a portare in vantaggio i suoi è Odemwingie che approfitta dell’assist di Emenike per battere il suo compagno di squadra allo Stoke City Begovic. 1-0 per gli africani, Bosnia punita forse nel momento migliore. Frazione senza pause: Dzeko sfiora di testa il gol, colpendo non benissimo il pallone, poi Medunjanin dalla distanza trova solo il fondo. La Nigeria mostra una buona dimestichezza nel possesso di palla, ma deve stare sempre attenta a Dzeko: la punta del City riceve dalla destra e tira di prima, ancora una volta la palla è fuori. La nazionale di Keshi chiude però in vantaggio il primo tempo. Gara scoppiettante ed equilibrata ma Nigeria che chiude con un vantaggio tutto sommato meritato. Alla Bosnia serve assolutamente un gol per continuare a sperare.

Inizialmente niente cambi nella seconda frazione. Il copione vede sempre la Nigeria in discreto controllo e la Bosnia attaccare confusamente, con un Dzeko piuttosto impreciso. Break di Babatunde che cerca il raddoppio da fuori, attento Begovic. Susic cerca nei cambi una svolta, inserendo Ibisevic e Sahilovic per Hajrovic e l’evanescente Lulic. Ad attaccare però è sempre la Nigeria, che sfiora la rete prima di nuovo con Babatunde e poi con Emenike. In entrambi i casi, provvidenziale il portiere Begovic. Keshi toglie uno stremato Musa per Ameobi, ma il protagonista è ancora Begovic che nega il gol ad Emenike. Nigeria che cerca di chiuderla in contropiede, approfittando di una Bosnia in fase di assestamento e sempre più tesa, poiché il cronometro scorre. A metà frazione grande palla gol per Ibisevic: l’attaccante colpisce di testa da calcio d’angolo sfiorando il gol per pochissimo. Continua ad attaccare la Nigeria: stavolta ci prova Onazi, Begovic dice ancora una volta di no. La Bosnia appare troppo ingolfata e la fatica nel costruire è tanta. Il tempo stringe. E’ ancora Dzeko a provarci, ancora di testa: troppo debole, Enyeama c’è. L’attaccante sembra essere l’ultimo ad arrendersi e impegna in maniera importante Enyeama, che compie la parata più importante della gara, con il Nigeriano che manda ad infrangersi sul palo le speranze di qualificazione della Bosnia: la nazionale di Susic è aritmeticamente eliminata. Per la Nigeria, che vive un momento di grossa difficoltà storico-sociale, la possibilità di riscattare i tanti problemi con una qualificazione inaspettata. Il verdetto arriverà dopo la gara contro l’Argentina.

 

TABELLINO

FORMAZIONI

NIGERIA (4-2-3-1): Enyeama 6,5; Ambrose 6, Omeruo 6,5, Yobo 6, Oshaniwa 6; Onazi 6,5, Obi Mikel 7; Odemwingie 7, Babatunde 6 (75′ Uzoenyi 5,5), Musa 6,5 (65′ Ameobi 5,5), Emenike 7 . All. Keshi 6

BOSNIA (4-2-3-1): Begovic 6; Mujdza 5, Spahic 5,5, Sunjic 5, Lulic 5,5 (59′ Salihovic 5); Medunjanin 6 (64′ Susic 6), Besic 5,5; Hajrovic 5,5 (57′ Ibisevic 5,5), Pjanic 5,5, Misimovic 6; Dzeko 6. All. Susic 5

MARCATORI: 29′ Odemwingie (N)

AMMONITI: Mikel (N) – Medunjanin (B)

 

Il migliore: Emenike 7 – Un’ottima gara al pari dei suoi compagni di reparto. Sforna l’assist per il gol decisivo. Sulla destra la fa da padrone e sfonda sistematicamente, ma anche centralmente si rivela altrettanto mortifero per gli avversari andando spesso al tiro. Gli è mancato solo il gol.

 

fonte: https://www.maidirecalcio.com/2014/06/22/mondiali-2014-nigeria-bosnia.html#.U6YbH5R_vK0

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online