La Relazione tra onestà e potere nell’ultimo libro di Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

di Isabella Savinelli

“La relazione” è l’ultimo attesissimo romanzo di Andrea Camilleri, uno dei più prolifici e amati scrittori italiani contemporanei. Il libro, a poche settimane dalla sua uscita, si conferma come uno dei successi editoriali di questa prima parte dell’anno. A catturare è il suo tema senz’altro attuale: al centro, la bontà e l’integrità di un uomo scalfite dalla corruzione politica e passionale che lo circondano.

Il protagonista della storia è Mauro Assante, un ispettore bancario di tutto rispetto, un marito esemplare e un padre presente. Mentre la moglie e il figlio si godono in montagna un po’ d’aria salubre, lui, rimasto a casa nel suo caro quartiere romano, è impegnato a stilare una relazione particolarmente delicata su di un istituto bancario piccolo ma con potenti appoggi politici e, per questo, prossimo all’ispezione. Nel tardo pomeriggio di una piena e grigia giornata lavorativa, bussa alla porta del suo appartamento una meravigliosa ragazza che sicuramente avrà sbagliato indirizzo. Interdetto per la bellezza della donna misteriosa e dispiaciuto per l’ evidente equivoco, si rimbocca le maniche e torna a lavoro. Dopo qualche giorno, alla gioia di aver rincontrato per puro caso Carla, la splendida donna, si sommano degli episodi che scombussolano l’equilibrio di Mauro: un corriere che ha informazioni sull’alloggio in montagna dove si trova il resto della sua famiglia, la porta del suo appartamento trovata più volte aperta, l’incombenza di un uomo che sembra pedinarlo, il furto e il ritrovamento repentino della sua auto..Forse tutti intoppi casuali..o forse no..forse qualcuno gli sta dando dei chiari segnali..o forse dovrebbe staccare soltanto un po’ la spina..Intanto alla relazione lavorativa se ne intreccia un’altra tanto passionale quanto pericolosa ed estremamente insidiosa che, tra gioie apparenti, timori, ripensamenti ed errori, lo condurrà sul filo del rasoio.

In un crescendo di indizi, ombre, presenze misteriose e insicurezze, Camilleri dà vita ad un piccolo grande romanzo ad altissima tensione, tutto volto a mostrare il sottile e precario confine tra la normalità e l’assurdità, tra la verità e l’apparenza, tutto ciò in un ristretto concentrato di pagine e di scenari. La lettura del libro è scorrevole, grazie anche alla mole ridotta e ai caratteri abbastanza grandi; lo stile di Camilleri è molto fluido e coinvolgente, accompagnato da una buona dose di tensione e qualche colpo di scena. Ma, in questa manciata di pagina, l’autore riesce ad offrire un quadro chiaro e denso del protagonista e dell’alone di negatività che aggira intorno a lui: Mauro Assante, scrupoloso e responsabile ispettore, ammaliato dall’efferatezza di una donna misteriosa e destabilizzato da piccole crepe quotidiane, subisce una serie di violenze psicologiche ben più gravi e fuorvianti di quelle fisiche. Ed ecco che l’onestà e la rettitudine di quest’uomo vengono messe a dura prova dall’invisibile ragnatela di corruzione che ha cercato di sconfiggere e che lo confina nel baratro vertiginoso di una difficile relazione con tutte le congetture negative e oscure che si celano al di sotto delle apparenze. Chiaro, infine, l’intento realistico di Camilleri di offrire uno spaccato romanzato dell’Italia, bella e dannata, onesta e corrotta, e, di conseguenza, di ogni mondo e paese.

TITOLO: La relazione

AUTORE: Andrea Camilleri

EDITORE: Mondadori

ANNO: 2015

PAGINE: 177

PREZZO: 17.00 €

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online