Terza Categoria, arbitro fischia rigore e viene accerchiato: sospesa Libertas Cicciano-Leopardi

COMIZIANO (Saverio Quatrano) – Nella ventunesima giornata del campionato di terza categoria la gara Libertas Cicciano-Leopardi  Calcio è stata sospesa a poco più di 20 minuti dalla fine del match. L’arbitro dopo aver assegnato un calcio di rigore al Leopardi, è stato accerchiato dai calciatori della Libertas per protestare contro la decisione dell’assegnazione del rigore. Secondo il direttore di gara le protese sono avvenute in modo veemente e assolutamente non corretto, ed ha deciso di sospendere la gara sullo zero a zero con il calcio di rigore per il Leopardi che non è stato mai battuto.  Per decidere per la sospensione del match,  è molto probabile che l’arbitro si sia sentito minacciato dai calciatori della Libertas. A questo punto si prospetta il risultato di 3-0 a tavolino per il Leopardi. Al termine dell’incontro, ha parlato il direttore generale della Libertas Clemente Arvonio: “Chi era allo stadio ha visto che non c’è stata nessun tentativo di minaccia o aggressioni prima che l’arbitro fischiasse la fine del match. Il tutto purtroppo è degenerato dopo che l’arbitro ha fischiato la fine della partita, in precedenza  ci sono state solo dei riferimenti alla sua incompetenza, dato anche il nervosismo della partita. Il livello delle squadre del nostro girone è altissimo, ci sono state partite spettacolari spesso rovinate dagli arbitri. Spesso mi chiedo: ma la terza categoria serve solo a far cassa alla federazione vista l’incompetenza degli arbitri ? I ragazzini li mandassero ad arbitrare gli esordienti”.  Ed intanto la Libertas in questo clima rovente, prepara la finale di mercoledi prossimo della coppa provinciale di terza categoria con la Stella Rossa 2006.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online