Roccarainola, il “paradiso” dei camminatori tra luci e aforisimi per scordare il lockdown

ROCCARAINOLA (Nello Lauro – Il Mattino) –  “Mens sana in corpore sano”. Comincia con la celebre frase di Giovenale, il poeta latino delle “Satire”,  il percorso pedonale del comune di Roccarainola. Oltre millecinquecento metri immersi tra noccioleti, pioppi e platani in una posizione tranquilla che sono diventati da poco meno di tre mesi il paradiso dei runners e dei “camminatori” di tutti giorni. Un vero e proprio boom di ospiti in questo primo periodo di lockdown per allenarsi, rimettere in moto i muscoli “addormentati” da quarantena o anche semplicemente fare una passeggiata attraverso la natura. Vengono da tutte le parti del Nolano in special modo dai paesi di Camposano,  Cicciano,  Cimitile, Nola e Tufino per potersi godere una passeggiata o preparare una gara. Ci sono proprio tutti: uomini, donne, bambini, giovani, giovanissimi e meno giovani, giocatori, podisti e  atleti vari, ma soprattutto chi ama stare all’aria aperta e vuole magari perdere qualche chilo di troppo. Il Comune di Roccarainola ha investito molto in questa idea ecologista-sportiva e nell’ultimo periodo ha anche provveduto ad illuminare il percorso con luci a led (la zona era completamente al buio) di ultima generazione per chi preferisce o ha a disposizione solo le ore della sera. Non solo, sono state predisposte per la prima parte del percorso protezioni laterali (saranno completate) per la sicurezza degli “ospiti”.  Un’idea vincente e apprezzata che ha spinto l’amministrazione municipale rocchese a progettare nel prossimo futuro un ampliamento del circuito fino a lunghezza complessiva di oltre quattro chilometri con l’integrazione di un percorso “salute” che prevede nello specifico ostacoli, anelli, spalliera, arrampicata e sbarre: una vera e propria palestra a cielo aperto. “L’idea è ben chiara – dice il sindaco Giuseppe Russo –creare questo percorso benessere e sicuro per tutte le persone che vogliono fare attività fisica e stare a contatto direttamente con la natura”. “E’ motivo di orgoglio che la nostra iniziativa abbia riscosso apprezzamenti anche nei paesi vicini”. “Il percorso definitivo – aggiunge – che abbiamo progettato sarà non solo sportivo ma anche una gradevole e piacevole passeggiata che unisce il centro di Roccarainola con i nostri rioni “Gargani” e “Fellino” e va a completare la nostra area sportiva dove sono già presenti il campo di calcio dedicato a Vincenzo Ottaviano (il carabiniere travolto e ucciso in servizio da un’autovettura) e la piscina”. Sul blu dell’asfalto scelto per accompagnare i camminatori lungo tutto il tracciato (di solito per i percorsi pedonali viene utilizzato un colore granata) il primo cittadino scherza, ma non troppo: “Ho scelto i colori del Napoli, l’azzurro è un colore che sta bene con tutto”. “Tra i progetti abbiamo intenzione anche di organizzare, quando sarà possibile, un “walking day” dedicato  ai camminatori di tutte le età” conclude  Giuseppe Russo. Lungo il percorso pedonale, tra una sudata e l’altra, ci si può imbattere anche in un altro aforisma dal forte sapore motivazionale del pilota neozelandese degli anni Sessanta Bruce McLaren (quello che ha dato il nome alla scuderia inglese di Formula Uno): “La vita va misurata in risultati, non in anni”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online