lunedì, Luglio 22, 2024
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Circum, chiusura Napoli-Baiano: “Servizio sostitutivo non copre i disagi”

Un incontro con cittadini e pendolari per dire no alla chiusura totale della tratta Circumvesuviana Napoli-Baiano per ribadire il peso “leggero” del servizio sostitutivo bus programmato da Eav da domani 1° luglio almeno fino all’11 settembre. Erano decine in piazza Napolitano a Baiano all’appuntamento promosso dal comitato civico E(a)vitiamolo di Sperone coordinato da Salvatore Alaia e dal comitato pendolari vesuviani che ha come portavoce Salvatore Ferraro a cui ha partecipato anche il segretario nazionale ferrotranvieri Tpl del sindacato Orsa. Gennaro Conte.

LA POLEMICA – L’Eav aveva scritto in una nota che “i lavori di manutenzione a volte si possono fare di notte, altre volte per la corposità degli interventi è necessario la interruzione dell’esercizio per un periodo più lungo di una notte”. Una dichiarazione che i comitati contestano: “L’esecuzione dei lavori può essere effettuata di notte così come avviene ed è programmata e pubblicizzata per la linea di Sorrento, lasciando aperto il servizio durante la giornata” scrivono i pendolari. “Le corse di bus predisposte non rappresentano un vero servizio sostitutivo in quanto non consentano la mobilità tra i comuni delle tratte interessate dalla sospensione: esempio da Casalnuovo non si può andare in nessun comune verso Baiano, ne verso Volla, così come da Sperone non è possibile raggiungere Pomigliano”. “La chiusura dal primo luglio pregiudica la mobilità di molti studenti impegnati a sostenere gli esami di maturità nei tanti istituti di istruzione secondaria che insistono sulla linea. Esempio, Sperone – Cicciano non hanno un collegamento sostitutivo che permette agli studenti che devono sostenere gli orali di maturità di raggiungere in orario il liceo Medi di Cicciano con il trasporto pubblico” aggiungono i comitati. “La chiusura totale delle tratte di Baiano e di San Giorgio non consente di testare nei mesi estivi, in un periodo di minore stress, i servizi sostitutivi da Volla e le coincidenze da San Giorgio, prima dell’apertura delle scuole a settembre. La carenza di treni, forse la vera causa, che oggi ha portato alla chiusura delle linee Baiano e San Giorgio per rafforzare il servizio sulla linea di Sorrento, aumenterà fino a settembre 2025. Eav in virtù di questo atavico e irrisolto problema, dovrebbe attivarsi per migliorare il dialogo con i comitati e le associazioni di pendolari al fine di redigere un nuovo piano di esercizio condiviso, spalmando in modo equo viaggi e disagi su tutte le linee” chiosano i comitati dei pendolari. Intanto da domani si chiude fino all’11 settembre.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com