mercoledì, Luglio 24, 2024
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Rc Auto, costo sale del 6,8%: aumenta divario tra Nord e Sud

Salgono i prezzi delle polizze Rc Auto sottoscritte a maggio. Secondo la rilevazione dell’Ivass (ustituto per la vigilanza sulle assicurazioni) il prezzo medio è di 400 euro, in aumento su base annua del +6,8% in termini nominali e del +6% in termini reali. In aprile la crescita nominale annua era stata pari a +7,9%; · Per gli assicurati appartenenti a classi di merito superiori alla prima, l’incremento di prezzo è dell’11%. Incrementi in tutte le province per i prezzi dell’Rc auto a maggio, con il differenziale Nord-Sud che si fa più profondo rispetto al 2023 anche se è in calo rispetto alla media storica. Come emerge dalla rilevazione dell’Ivass, nel mese “tutte le province italiane registrano incrementi di prezzo, compresi tra il +1,7% di Vibo Valentia e il +10,0% di Prato e Roma”. “Il differenziale di premio tra Napoli e Aosta è di 264 euro, in aumento dell’8,1% rispetto all’anno precedente e in riduzione del 45,1% rispetto allo stesso periodo del 2014” sottolinea l’autorità di vigilanza delle assicurazioni.

IL CODACONS – In poco più di due anni le tariffe Rc auto hanno subito un rincaro complessivo del 13,3%, passando da una media di 353 euro di gennaio 2022 (dato Ivass) ai 400 attuali, con un aumento di ben 47 euro a polizza. Lo denuncia il Codacons commentando i dati diffusi dall’Ivass sottolineando come siano “incrementi che non appaiono giustificati dall’aumento della incidentalità in Italia, e che cozzano con la situazione economica delle compagnie di assicurazioni per le quali la dotazione patrimoniale si è consolidata, la redditività è migliorata e la liquidità è divenuta più distesa”. Rincari che, considerate le 32,9 milioni di auto assicurate in Italia, hanno determinato nell’ultimo biennio una stangata complessiva da 1,5 miliardi di euro a danno degli automobilisti italiani – conclude il Codacons.

UNIONE CONSUMATORI – Per l’Unc il rialzo dell’Rc auto registrato a maggio dall’Ivass è “ingiustificato. Pur rallentando rispetto al 7,9% di aprile, si tratta di un rincaro lunare, che certo non dipende dall’inflazione, visto che i premi salgono del 6% in termini reali. Si passa dai 353 euro del maggio 2022 ai 375 del 2023 per arrivare ora a 400 euro. Insomma, se in un anno il balzo è del 6,8%, pari a 25 euro, in appena 2 anni è del 13,3%, pari a 47 euro” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “In alcune città, poi, il salto è addirittura stratosferico, del 10% e ci domandiamo da cosa dipenda una tale disparità territoriale” prosegue Dona. “Chiediamo all’Ivass di migliorare il comparatore pubblico Preventivass che, a differenza del precedente, si limita a comparare i preventivi riferiti al solo contratto base rC auto, senza possibilità di aggiungere altre coperture, tipo furto, incendio, eventi atmosferici, rendendo così vano il confronto” conclude Dona.

ASSOUTENTI – Le tariffe Rc auto continuano a salire nonostante il calo dell’incidentalità in Italia e la frenata dell’inflazione. Lo afferma Assoutenti, commentando i dati dell’Ivass secondo cui a maggio i prezzi medi delle polizze sono saliti del 6% attestandosi a una media di 400 euro a polizza. “Mentre salgono tariffe assicurative e profitti delle compagnie, le sanzioni elevate dall’Ivass nei confronti delle compagnie di assicurazioni sono crollate – denuncia il presidente Gabriele Melluso – Il numero delle sanzioni è sceso in un anno del 34%, quello dei provvedimenti addirittura del 47%, e il totale delle multe elevate alle imprese assicuratrici rappresenta appena lo 0,0875% dei loro utili. Approfittando dell’avvio della discussione in tema di assicurazioni al tavolo della Commissione allerta rapida prezzi, chiediamo al Governo uno scatto in avanti, perché a fronte di tali numeri viene da chiedersi: ma chi tutela realmente i consumatori dagli illeciti assicurativi?” – conclude Melluso.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com