Crolla mattone della copertura, chiusa la tribuna dello stadio Magnotti

stadiomagnottidi Nello Lauro (Il Mattino)

CICCIANO- Dramma sfiorato e tribuna “Antonio Barone” dello stadio “Vincenzo Magnotti” chiusa a tempo indeterminato. Finisce così con un’ordinanza contingibile e urgente di chiusura firmata dal primo cittadino di Cicciano Raffaele Arvonio per la messa in sicurezza di una parte della storica struttura di viale delle Olimpiadi. Un provvedimento reso necessario dopo la caduta di un mattone della copertura della tribuna avvenuta durante il secondo tempo del derby Cicciano-Palmese (finito 2-2) valido per il campionato di Eccellenza regionale di calcio disputato domenica pomeriggio. La grossa pietra ha provocato il ferimento lieve di tre persone sedute ad assistere alla gara con un 20enne che ha riportato escoriazioni al viso, alle mani ed alle gambe guaribili in pochi giorni. Una tragedia mancata perché alla gara erano presenti oltre 300 persone e diversi bambini che correvano nella direzione in cui è caduto il sasso mentre uno spettatore aveva lasciato la sedia pochi attimi prima. Il giorno successivo l’ufficio tecnico comunale con il responsabile Mauro Di Giovanni e l’assessore allo Sport Giovanni Marino hanno effettuato un sopralluogo all’impianto sportivo ciccianese “constatando il distacco parziale di intonaci dal solaio di copertura” magnottimattone1ed “evidenziando una situazione di particolare rischio di crollo” come si legge nella relazione dei tecnici dell’amministrazione. “Per questo è stato necessario – afferma il sindaco Raffaele Arvonio – intervenire con urgenza alla messa in sicurezza della tribuna in considerazione dell’importanza che riveste sul piano della sicurezza generale e per la tutela della pubblica e privata incolumità e chiudere questa parte dello stadio per cercare di eliminare i pericoli causati dalla precarietà delle condizioni del “Vincenzo Magnotti””. Una struttura da sempre oggetto di polemiche dopo il raid vandalico subito lo scorso mese di agosto durante il quale furono devastati da ignoti spogliatoi, bagni, caldaie e recinzioni. Restano ora da stabilire i tempi e i costi per gli interventi allo stadio comunale sulla gestione del quale c’è stato un lungo braccio di ferro tra Comune e Cicciano calcio che ha fatto già annunciare l’addio di Paolino Coppola dalla carica di presidente del sodalizio sportivo a fine stagione.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com