sabato, Maggio 18, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Arredamento del bagno: errori da non commettere

Quando si arreda il bagno, ci si dedica a un aspetto estremamente affascinante dell’organizzazione della casa. Questo ambiente, infatti, consente di dare sfogo alla propria creatività e di includere elementi in grado di richiamare la bellezza della natura.

Attenzione, però: lasciarsi prendere dal fervore creativo senza ragionare sugli errori da non commettere è pericoloso. Ecco perché, in questo articolo, abbiamo raccolto alcuni dei più pericolosi e frequenti, così da aiutarti ad arredare senza intoppi uno degli ambienti domestici più importanti.

Non considerare la disposizione dei sanitari

Sanitari sospesi o a terra? Ecco una delle domande che, comprensibilmente, ci si pone di più quando si parla di sanitari per il bagno. Interrogativo giustissimo, non c’è che dire, ma non l’unico da prendere in esame.

Essenziale, infatti, è considerare anche la distanza tra i sanitari. Il rischio nel mettere in secondo piano questo aspetto è legato al fatto di incontrare non poche difficoltà nella gestione dell’igiene di questo spazio.

Non curare l’illuminazione

I bagni che si vedono sulle riviste di design sono bellissimi. Quando li si osserva, però, bisogna mettersi nell’ottica di considerare alcune differenze rispetto alla realtà quotidiana di un ambiente che viene fruito da tante persone.

Questo significa, per esempio, fare attenzione all’illuminazione. Sbagliare la disposizione dei faretti pensando che sia sufficiente metterli per regalare all’ambiente un tocco di originalità è un grave errore.

Lo stesso vale quando si parla di scelta superficiale delle tende nei casi in cui si ha a disposizione una finestra.

Un ulteriore aspetto da prendere in esame quando si sceglie l’illuminazione del bagno riguarda la facilità di pulizia dei corpi illuminanti, che dovrebbero avere forme tali da impedire alla polvere di annidarsi troppo.

Pensare che vada sempre tutto bene

Non importa lo stile che si ha intenzione di dare al proprio bagno. Quando lo si arreda, bisogna mettersi nell’ottica del fatto che, durante gli anni, qualcosa potrà rompersi. Ecco perché, quando si scelgono i vari elementi, è il caso di informarsi in merito ai servizi di manutenzione offerti dai brand e di raccogliere tutte le specifiche relative, per esempio, ai ricambi per la rubinetteria.

Fare poca attenzione alla scelta della porta

Finiture della rubinetteria, mobile di sostegno per il lavandino, caratteristiche dello specchio: sono tanti gli aspetti sui quali soffermarsi nel momento in cui si arreda il bagno. Questo può portare a mettere in secondo piano dettagli che irrilevanti non sono, come per esempio la scelta della porta.

Sono purtroppo tante le persone che, pur avendo un bagno molto piccolo, si orientano verso porte a battente, soluzioni che hanno il vantaggio di nascondere i sanitari ma il contro di togliere spazio disponibile nell’ambiente. In questi casi, una buona idea può essere quella di orientarsi verso le porte a soffietto.

Colori troppo scuri in un bagno piccolo

Oggi come oggi, una caratteristica che accomuna tantissimi appartamenti sono le dimensioni piccole. Questo significa che, quando si tratta di arredare i loro ambienti, è doveroso tenere in considerazione aspetti come i colori, soprattutto delle pareti.

In concreto, ciò implica evitare di orientarsi verso cromie troppo scure per le pareti del bagno. Il rischio è quello di creare un ambiente soffocante. Cosa fare, quindi, se si ama un colore scuro e si ha un bagno piccolo? Niente paura, ci si può destreggiare comunque.

Le idee non mancano e una di queste prevede il fatto, per esempio, di dedicare alla cromia sopra ricordata solo una striscia nell’ambito dell’intera parete, cercando di richiamare il colore in qualche elemento d’arredo o accessorio (anche gli asciugamani vanno benissimo).

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com